LOGIN

CANDIDATI

Connettiti con il tuo account Facebook

CORONAVIRUS - LE MISURE PREVENTIVE ADOTTATE DA ELICA

16.03.2020

AGGIORNAMENTO 24/03/2020 H 13:00


È stato pubblicato il nuovo modello da utilizzare per le autodichiarazioni per gli spostamenti, modificato sulla base delle nuove disposizioni introdotte dal DPCM 22 marzo 2020 che ha vietato anche i movimenti per il rientro al proprio domicilio.
Nel nuovo modulo occorre indicare da dove lo spostamento è cominciato e la destinazione.
 
Per quanto riguarda i motivi, restano validi:
  • le "comprovate esigenze lavorative"
  • i "motivi di salute"
  • la "situazione di necessità"
 
La nuova voce di "assoluta urgenza" sostituisce quella del "rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza", in quanto sono vietati i trasferimenti da un Comune all'altro.
 
E' possibile scaricarlo al seguente Link e vi invitiamo a stamparlo e a portarlo sempre con sé durante gli spostamenti.

Con riferimento alle comprovate esigenze lavorative, ricordiamo che l’attestazione aziendale fornita con la mail del 10/03/2020 non è più utilizzabile, come già comunicato il 17/03/2020. In ottemperanza alle nuove disposizioni, una nuova dichiarazione nominativa sarà fornita a coloro che ne avranno necessità.

Inoltre qui potrete scaricare la circolare del Ministero dell’Interno nella cui seconda parte vengono date ulteriori delucidazioni riguardo lo spostamento delle persone.

 

AGGIORNAMENTO 18/03/2020 H 17:00


Segnaliamo l’entrata in vigore del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, c.d. “Cura Italia”, che stabilisce misure di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese, disponibile al seguente link.
In particolare, le disposizioni di maggiore interesse per il settore privato sono quelle a sostegno del lavoro che potete trovare al Titolo 2, con particolare riferimento agli artt. 23, 24, 26.
 
Siamo in attesa della circolare interpretativa da parte dell’INPS per condividere internamente un documento di sintesi e chiarire in maniera puntuale l’applicazione del decreto.
A solo scopo informativo, segnaliamo inoltre che è in vigore un divieto temporaneo per i viaggi in area Schengen.

 

AGGIORNAMENTO 18/03/2020 H 13:00

Ecco il nostro "grazie di cuore".

Il Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale di Elica S.p.A.


 

È stato pubblicato un nuovo modello da utilizzare per le autodichiarazioni in caso di spostamenti.

Tale documento contiene una nuova voce con la quale l'interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall'art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena, ovvero risultati positivi al virus COVID-19

Per approfondire leggi anche il sito del ministero dell'interno.
Invitiamo a stampare il nuovo modello scaricabile qui e a portarlo con sempre con sé durante gli spostamenti.

Di conseguenza, la Certificazione aziendale che attesta il rapporto di lavoro con Elica (fornita con la mail del 10/03/2020 e da esibire in caso di necessità) non potrà più essere utilizzata.

Domani invieremo una nuova versione di questo documento che sarà valida solo per il personale degli stabilimenti e per chi continua a lavorare nelle sedi.

Elica sta mantenendo la propria operatività lavorativa, grazie all’impegno di tutti e all’adozione delle misure necessarie per la tutela della salute dei lavoratori. Indichiamo di seguito le misure in vigore in azienda per il contenimento della diffusione del COVID-19, nel rispetto del protocollo tra Governo e Organizzazioni Sindacali:

Ricordiamo che la seconda operazione di sanificazioe è stata effettuata ieri nello stabilimento di Mergo, sabato 14 marzo a Castelfidardo e verrà eseguita oggi a Fabriano.

Inoltre, se connessi con VPN, tramite Procall potete utilizzare la rubrica da remoto come se foste in ufficio. Chi è dotato di telefono aziendale ha la possibilità - attraverso l’app di Procall - di visualizzare da mobile le chiamate perse sul numero fisso aziendale.

L’app Procall è disponibile al seguente LINK

A partire da lunedì 16 marzo e fino al 3 aprile - a seguito della firma tra Governo e Organizzazioni Sindacali del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro - entreranno in vigore le seguenti disposizioni riguardo l’organizzazione del lavoro.

Personale dell’HQ di Fabriano e Castelfidardo (Corporate):

  • Ogni venerdì è da considerarsi giorno di chiusura collettiva, con ferie per tutti (fatte salve le presenze necessarie dettate da esigenze operative autorizzate dal leadership team);
  • I restanti 4 giorni saranno di smart working. Resta inteso che il singolo responsabile, in base alla valutazione del carico di lavoro di ciascuno, potrà consentire o meno lo smart working. In assenza di questa autorizzazione da parte del responsabile, il dipendente dovrà ricorrere a solidarietà o ferie/PAR;
  • Per quelle attività aziendali per le quali non è applicabile il lavoro da remoto, i restanti 4 giorni saranno di solidarietà o ferie/PAR (fatte salve le presenze necessarie dettate da esigenze operative autorizzate dal leadership team).

Personale delle unità produttive

Le attività delle unità produttive restano operative in quanto, come noto, già dai primi giorni dell’emergenza, l’azienda ha avviato - anche attraverso la consultazione puntuale con la RSU degli stabilimenti - numerose misure pienamente aderenti al protocollo e tese allo stesso obiettivo, che ricordiamo:

  • Sanificazione settimanale di tutti i siti aziendali e giornaliera per gli spogliatoi delle fabbriche;
  • Smart working;
  • Distanza di almeno un metro;
  • Divieto di trasferte e movimenti intra aziendali nel perimetro elica;
  • Divieto di meeting aziendali;
  • Contingentamento dell’accesso agli spogliatoi e alla mensa;
  • Distribuzione di gel igienizzante e mascherine;
  • Rilevazione volontaria della temperatura, tramite messa a disposizione di scanner;
  • Divieto di assembramento nei corridoi e permanenza presso le macchine del caffè;
  • Chiusura della palestra aziendale;
  • Affissione di materiale informativo contenente regole di igiene personale e comportamentali;
  • Applicazione del protocollo sanitario per gestire casi di contagio ed eventuale personale coinvolto.

Anche in questa fase, l’azienda si pone l’obiettivo di rafforzare la serie di misure in esso previste, volte a tutelare la salute dei lavoratori e salubrità dei luoghi di lavoro.
Ciò evidentemente non esaurisce l’impegno a porre in essere ogni ulteriore azione ritenuta utile.
Manifestiamo, inoltre, sin da ora la disponibilità a costituire il comitato che coinvolge le organizzazioni sindacali.

Vi informiamo che il Consiglio di Amministrazione di Elica ha approvato l’attivazione di una copertura assicurativa sul COVID-19 per tutti i dipendenti di Elica. L’obiettivo è sostenere tutti con un indennizzo e altri servizi di assistenza in caso di contagio da COVID-19.

Di seguito tutti i dettagli della polizza:

  • La copertura è valida esclusivamente a seguito di infezione diagnosticata in Italia successivamente alla decorrenza della copertura assicurativa e per ricoveri successivi alla decorrenza della copertura stessa;
  • La copertura è rivolta al solo dipendente ed è attivabile solo per la totalità (non singole categorie) dei dipendenti presenti in Italia;
  • La copertura non è prestata per categorie di medici, personale infermieristico, professioni sanitarie e membri della Protezione Civile;
  • Scadenza 31.12.2020;
  • Limite di età: 70 anni.

Inoltre, tutte le misure sopra indicate stanno per essere rese operative anche per le sedi estere Elica. Continueremo a seguire lo sviluppo della situazione e a tenervi costantemente aggiornati.

Visto il nuovo Decreto Dpcm 9 marzo 2020 che estende a tutta Italia misure ancora più restrittive per il contenimento e il contrasto del COVID-19, vi forniamo alcuni link che vi consentono di avere tutte le informazioni necessarie:

  • LINK del Governo
  • Infografiche della polizia di stato con le risposte alle domande più frequenti disponibili QUI

Continueremo a seguire con attenzione l’evolversi della situazione, in vista di ulteriori sviluppi.

A fronte delle comunicazioni già diffuse nella serata di domenica, ricordiamo che è stata emanata la procedura operativa di gestione dei casi di contagio riscontrati tra i dipendenti Elica.

L’obiettivo principale dell’azienda rimane quello di informare costantemente in merito alle azioni precauzionali di prevenzione e contenimento della diffusione del virus, garantendo al contempo la prosecuzione delle attività quotidiane.

A tal riguardo, vi preghiamo di prendere visione del flyer di sintesi che abbiamo predisposto (sulla destra).

Vi segnaliamo inoltre che:

  • Il protocollo sanitario in vigore è funzionante e operativo.
  • Per i colleghi residenti nelle cd. zone rosse del decreto governativo, è stata data disposizione di non allontanarsi dalle stesse aree.
  • La sanificazione di tutti i siti Elica è stata avviata immediatamente:
    • per Mergo si è completata domenica 8 marzo;
    • per Fabriano sarà effettata lunedì 9 marzo alle ore 18.30 e pertanto gli uffici della sede dovranno essere liberati alle ore 18.00 inderogabilmente;
    • per gli altri siti, sarà pianificata con priorità massima. Una comunicazione in merito seguirà nei prossimi giorni.

Vi alleghiamo inoltre il Decreto governativo DPCM 8 MARZO 2020 ‘MISURE URGENTI E DI CONTRASTO E CONTENIMENTO COVID-19’ LINK.

Ricordiamo che le disposizioni ufficiali prevedono che le Regioni, con propri provvedimenti, diano applicazione alle ordinanze emesse (Ocdpc n.646 dell'8marzo 2020 LINK).

Pertanto, vi terremo aggiornati prontamente su questo punto.

Vi informiamo che il Governo ha emesso il Dpcm 4 marzo 2020 che decreta le ‘Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19’.

Tra i vari punti, evidenziamo che:

  • Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura svolti in luoghi pubblici o privati (cinema, teatro ecc.) che comportano un affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
  • Le attività scolastiche di ogni ordine e grado sono sospese fino alla data del 15/03/2020.

Potete consultare tutto il contenuto del documento al seguente LINK.

In via precauzionale, la PALESTRA AZIENDALE resterà CHIUSA fino alla data del 15/03/2020.

Grazie mille.

Vi informiamo che la Regione Marche ha emesso un’ulteriore ordinanza (n. 3 del 3 Marzo 2020) che ha esteso al resto della regione Marche le misure già previste per la provincia di Pesaro Urbino. L’ordinanza ha ad oggetto “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID19”.

Nel dettaglio, l’ordinanza prevede:

A partire dalle ore 00.00 di mercoledì 4 marzo 2020 e fino alle ore 24.00 del 8 marzo 2020 sul territorio della Regione Marche, diverso da quello ricompreso nella circoscrizione territoriale della Provincia di Pesaro e Urbino, è disposta:

  • a) la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura;
  • b) la sospensione dei servizi educativi dell'infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche, universitarie (lezioni, esami di profitto e sedute di lauree) e di alta formazione professionale e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, salvo le attività formative svolte a distanza e quelle relative alle professioni sanitarie ivi compresi i tirocini;
  • c) la sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale sia estero;
  • d) la sospensione dell'apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche;
  • e) la sospensione dei concorsi pubblici fatti salvi quelli relativi alle professioni sanitarie per le quali dovranno essere garantite le opportune misure igieniche.

Il documento completo è consultabile al seguente LINK.
Con riferimento alle misure specifiche delle altre Regioni, fate riferimento al LINK.

Vi informiamo che è stato emesso il NUOVO DPCM 1 MARZO 2020 - MISURE URGENTI CONTENIMENTO COVID-19, INFORMAZIONE, PREVENZIONE.
Oltre a ribadire le misure già previste per i paesi della zona rossa, il decreto introduce nuove raccomandazioni per le seguenti aree geografiche di attenzione:

  • Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e Province di Pesaro Urbino, Savona;
  • Province di Bergamo, Lodi, Cremona e Piacenza, per le quali sono previste restrizioni ancora più specifiche.

Vi invitiamo a leggere con attenzione il documento, disponibile al seguente LINK.

Vi informiamo che la Regione Marche ha emesso l’Ordinanza n. 2 del 27 febbraio 2020 avente ad oggetto “Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID19”, in sostituzione dell’Ordinanza n. 1 del 25 febbraio 2020 avente lo stesso oggetto.

Nel dettaglio, l’ordinanza prevede:

A partire dalle ore 24.00 di giovedì 27 febbraio 2020 e fino alle ore 24.00 del 29 febbraio 2020 sul territorio della Regione Marche è disposta:

  • a) la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura;
  • b) la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche, universitarie (lezioni, esami di profitto e sedute di lauree) e di alta formazione professionale e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, salvo le attività formative svolte a distanza e quelle relative alle professioni sanitarie ivi compresi i tirocini;
  • c) la sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale sia estero;
  • d) la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche;
  • e) la sospensione dei concorsi pubblici fatti salvi quelli relativi alle professioni sanitarie per le quali dovranno essere garantite le opportune misure igieniche.

Il documento completo è consultabile al seguente LINK.

Con riferimento alle misure specifiche delle altre Regioni, fate riferimento al LINK.

Vi comunichiamo i seguenti aggiornamenti riguardo la situazione Coronavirus:

La Regione Marche ha emesso l’Ordinanza n. 1 del 25 febbraio 2020 recante "MISURE IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19", avente ad oggetto le seguenti disposizioni:

A partire dalle ore 00.00 di mercoledì 26 febbraio 2020 e fino alle ore 24.00 del 4 marzo 2020 sul tenitorio della Regione Marche in quanto confinante con i cluster è disposta:

  • a) la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura;
  • b) la sospensione dei servizi educativi dell'infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche, universitarie (lezioni, esami di profitto e sedute di lauree) e di alta formazione professionale e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, salvo le attività formative svolte a distanza e quelle relative alle professioni sanitarie ivi compresi i tirocini;
  • c) la sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale sia estero;
  • d) la sospensione dell'apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche;
  • e) la sospensione dei concorsi pubblici fatti salvi quelli relativi alle professioni sanitarie per le quali dovranno essere garantite le opportune misure igieniche.

Potete scaricare il documento completo al seguente link REGIONE MARCHE

Con riferimento alle misure specifiche delle altre regioni, fate riferimento al LINK

Vi informiamo che il Decreto n. 6 del 23/02/2020 stabilisce che gli individui che sono transitati ed hanno sostato nei comuni di Bertonico, Castelpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei passerini nella regione Lombardia e Vò nella regione Veneto, sono obbligati a comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio.

Il CDA del Salone del Mobile ha comunicato lo spostamento della manifestazione alle seguenti date: 16 – 21 Giugno 2020. Leggi qui la news

Quanto sopra ad integrazione delle disposizioni cautelative già comunicate da Elica.

Grazie mille per la collaborazione.

Vi informiamo che le misure precauzionali adottate ieri da Elica sono state rese ancora più stringenti, considerata la continua evoluzione dei casi di Coronavirus registrata nel nostro Paese nelle ultime ore.

La nostra priorità è continuare a proteggere i nostri dipendenti e i nostri collaboratori da qualsiasi potenziale rischio, per questo motivo, fatta salva l’autorizzazione del Leadership Team Member a capo della funzione,  vi informiamo che:

  • Sono al momento sospesi tutti gli spostamenti dall’Italia verso le subsidiary estere;
  • Non sono permessi spostamenti da nessun perimetro Elica verso l’Italia o l’Europa;
  • Non è attualmente permesso a fornitori esterni l’ingresso negli stabilimenti e nelle sedi italiane di Elica;
  • In caso di riunioni straordinarie autorizzate con soggetti esterni a Fabriano, è consentito l’utilizzo delle sole salette davanti alla reception, senza accesso alle aree interne della sede.

Resta valido il principio per cui, in linea generale, tutti gli eventi e i meeting devono essere rinviati a data da destinarsi o svolti tramite conference call o video call.

Vi consigliamo di consultare il sito del Ministero della Salute per tutti gli ultimi aggiornamenti e raccomandazioni sul tema salute.gov.it/nuovocoronavirus

Vi ricordiamo che, in caso di aggiornamenti rilevanti, questi verranno sempre condivisi in questa sezione.

Grazie mille per la collaborazione.

Alla luce della rapida evoluzione della situazione relativa alla diffusione del COVID-19 (Coronavirus), con l’intento di preservare qualsiasi potenziale rischio, sia per i nostri dipendenti che per le aziende con cui collaboriamo, desideriamo aggiornarvi sulle misure cautelative che Elica sta adottando.

Pur trovandosi i siti Elica in un’area nella quale non sono presenti, allo stato attuale, casi confermati o sospetti, vogliamo mantenerci aggiornati sull’evoluzione della situazione. Utilizzeremo informazioni provenienti dai canali ufficiali, assicurando la continua comunicazione e favorendo solo la circolazione di notizie verificate.

Come regola generale, qualora avvertiate sintomi influenzali sospetti, il Ministero della Salute consiglia di contattare il numero 1500, il numero verde 800936677 attivo da domani o il servizio 112. Nell’attesa della verifica degli operatori sanitari, vi chiediamo comunque di informare prontamente il vostro HR di riferimento.

Qualora inoltre abbiate avuto contatti diretti o indiretti con persone considerate a rischio, oppure abbiate transitato o soggiornato dal 01/02/2020 nelle aree a rischio, vi invitiamo a non recarvi sul posto di lavoro e ad informare immediatamente il vostro HR di riferimento affinché siano valutate le  specifiche misure da adottare (es. autorizzazione temporanea di Smart Working).

Le aree a rischio identificate, allo stato attuale, sono:

  • Italia: Bertonico, Castelpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei passerini nella regione Lombardia e Vò nella regione Veneto.
  • Repubblica Popolare Cinese
  • Singapore
  • Hong Kong
  • Taiwan
  • Macao
  • Corea

Elica, con decorrenza immediata e fino al 15 Marzo 2020, adotta le seguenti misure precauzionali:

  • i viaggi già pianificati, se possibile, dovranno essere posticipati. I viaggi che non potranno essere posticipati e quelli non ancora pianificati dovranno essere autorizzati dal leadership team member a capo della funzione di appartenenza;
  • le riunioni pianificate con ospiti esterni dovranno essere cancellate se gli ospiti provengono dai paesi e dalle zone geografiche precedentemente elencate. Dovranno essere limitate in ogni altro caso, utilizzando il più possibile sistemi di comunicazione a distanza come video meetings e conference call;
  • le raccomandazioni del Ministero della Salute per ridurre il rischio di infezione saranno visibili all’interno dei locali aziendali e comunque consultabili ai seguenti link DIECI COMPORTAMENTI DA SEGUIRE | COME LAVARSI LE MANI
  • la frequenza del servizio di pulizia e igienizzazione in azienda verrà incrementata

Chiediamo a tutti voi di attenervi a queste ed altre indicazioni che l’azienda fornirà periodicamente.

 

News Simili

GENTILE COME UN RITRATTO

30.06.2020

Da molti anni Elica e la Fondazione Ermanno Casoli collaborano alla realizzazione di progetti ideati e condotti da importanti artisti e quest'anno, tramite il suo direttore artistico Marcello Smarrelli, è stato invitato uno degli artisti italiani più rappresentativi della sua generazione: Matteo Fato.

LEGGI DI PIÙ

ELICA TOP EMPLOYER PER 12 ANNI CONSECUTIVI

06.02.2020

Elica è stata riconosciuta per il 12° anno consecutivo con la certificazione Top Employer. Questo significa che ci distinguiamo per il nostro eccellente ambiente di lavoro dove le persone di Elica sono al centro della nostra strategia.

LEGGI DI PIÙ

MEET OUR LEADERSHIP TEAM

06.02.2020

Il nostro Leadership Team è composto da persone che guidano con successo la nostra azienda ogni giorno e si impegnano costantemente a disegnare con innovazione il futuro di Elica.

LEGGI DI PIÙ

BUONE FESTE DAL MONDO ELICA

19.12.2019

I migliori auguri di Natale da Elica! Buone vacanze!

LEGGI DI PIÙ

UPSIDE DOWN PROGRAMME INTERNSHIP

20.11.2019

Il futuro di Elica risiede nelle persone e siamo sempre alla ricerca di nuovi talenti. L’Upside Down Programme è l’innovativo internship rivolto ai giovani laureati che vogliono entrare a far parte di una realtà innovativa, dinamica ed internazionale.

LEGGI DI PIÙ

FIME OTTIENE LA PRIMA CERTIFICAZIONE ISO45001

30.10.2019

FIME, Elica Motors Division, ha ottenuto la sua prima certificazione ISO45001 “HEALTH & SAFETY MANAGEMENT SYSTEM CERTIFICATION” da Bureau Veritas.

LEGGI DI PIÙ